LE TRAVRESIADI: appunti di viaggio e diario di produzione del film

LE TRAVRESIADI: appunti di viaggio e diario di produzione del film
LE TRAVRESIADI: appunti di viaggio e diario di produzione del film

sabato 25 febbraio 2012

PREMIO ALPINISTICO MARCO E SERGIO DALLA LONGA

Al termine di una serata intensa ed emozionante con la sala del MODERNISSIMO di Nembro stracolma di  gente, sono stati tre i premi assegnati: il Premio Alpinistico Marco e Sergio Dalla Longa, il Premio alla Giovane Promessa e il Premio del Pubblico.

PREMIO ALPINISTICO MARCO E SERGIO DALLA LONGA
Il lavoro della Commissione è stato difficile, tutte le candidature presentano aspetti decisamente interessanti e originali.
L’entusiasmo e l’umiltà con cui i nostri alpinisti hanno affrontato le loro avventure, sulle montagne di casa e del mondo, sono le qualità che più abbiamo apprezzato.
Purtroppo solo una doveva essere la scelta. Dopo una lunga e appassionante discussione ecco ciò che ne è scaturito.
“L’avventura ci attende ovunque e può essere semplicemente dietro l’angolo di casa, basta saperla cogliere.
La passione spinge ad andare lontano e a salire sempre più in alto, ma anche a guardare con maggiore attenzione ciò che, tutti i giorni, abbiamo sotto lo sguardo.
La condivisione di un esperienza tra generazioni fa ben sperare per il futuro del nostro piccolo mondo alpinistico.
Queste sono le suggestioni che ci hanno fatto decidere per assegnare il PREMIO ALPINISTICO MARCO E SERGIO DALLA LONGA 2011 ad una linea nuova su un terreno antico, dove l’utilizzo di tecniche moderne si sposa ad un’attività che ci porta alla nascita dell’alpinismo: alle grandi vie di misto.
PIANTOBALDO la nuova via aperta sulla nord-ovest della Presolana Occidentale da Ennio Spiranelli, Yuri Parimbelli e Tito Arosio”

PREMIO ALLA GIOVANE PROMESSA
La Commissione conferisce il riconoscimento PREMIO ALLA GIOVANE PROMESSA ad un’alpinista che, nonostante la sua giovane età, ha un curriculum impressionante: per l’attività svolta su tutto l’arco alpino; per la capacità di sapersi muovere ad alto livello su qualsiasi tipo di roccia ed in qualsiasi ambiente, sia estivo che invernale; per la passione che lo spinge verso ripetizioni prestigiose e alla ricerca di nuove linee sia di ghiaccio, che di misto e di roccia.
Lo scorso dicembre questo giovane ha pure siglato la prima invernale della via aperta dai fratelli Dalla Longa sulla parete nord del Fupù alla Presolana Orientale.
Tito Arosio, classe 1987, si aggiudica il PREMIO ALLA GIOVANE PROMESSA 2011

PREMIO DEL PUBBLICO
Tra le candidature c'era pure la salita al Dhaulagiri di Mario Merelli. Mario purtroppo ci ha lasciati per un incidente sulle montagne di casa. Marco Zaffaroni, suo compagno d'avventura, ha presentato il filmato che Mario aveva pensato per il Premio. A Mario, alla sua memoria, e alla sua salita al Dhaulagiri senza ossigeno è andato il meritatissimo PREMIO DEL PUBBLICO.


Nessun commento: