LE TRAVRESIADI: appunti di viaggio e diario di produzione del film

LE TRAVRESIADI: appunti di viaggio e diario di produzione del film
LE TRAVRESIADI: appunti di viaggio e diario di produzione del film

mercoledì 18 aprile 2012

REGINA DI CUORI

L’inverno è ormai alle nostre spalle e, domenica primo aprile, volgiamo le nostre attenzioni a sud, pregustando una scalata su pareti solari e calde, ma la Regina ci attende per uno scherzetto, insomma un bel “pesce d’aprile”. L’aria è frizzante e il sole risplende. Su un tappeto di crocus risaliamo i prati sino al Colle della Presolana, da dove entriamo in alta Val dei Mulini, ai piedi della Presolana di Castione. Oggi accompagno Fulvio a ripetere la via che ha chiodato lo scorso anno: Regia di Cuori. Ho già intuito, dalla relazione e dalle sue descrizioni, che per me sarà un bel viaggio da secondo di cordata. Giunti ai piedi della parete attendiamo che il sole la illumini ed inizi a riscaldarne le rocce. Parto sul primo tiro, il più facile, e già ho la conferma che i miei presentimenti erano esatti, chiodatura essenziale a chiodi e spit, con la possibilità di integrare con protezioni veloci. Quindi, giunto in sosta, cedo il passo a Fulvio e mi godo, da secondo di cordata, il secondo ed il terzo tiro. La scalata è superba, estetica e sostenuta, più si sale e più la roccia è compatta e solida, l’esposizione è spettacolare. Un buon utilizzo dei piedi è indispensabile e gli avambracci si gonfiano velocemente d’acido lattico, però il sole scalda la roccia ed un piacevole tepore pervade il corpo. È mezzogiorno e compaiono i primi cumuli, ben presto siamo avvolti nella nebbia. Siamo vestiti leggeri – che fessi! – la Regina si sta divertendo con noi. Dopo averci cullato sulle sue pareti nord durante l’inverno, ci vuole dimostrare che è lei che decide sempre e comunque. Con il freddo che ci entra nelle ossa continuiamo a salire. La nebbia a volte è così fitta che vedo solo pochi metri delle corde che spariscono sopra o sotto di me. L’itinerario resta comunque decisamente bello ed impegnativo, il quinto tiro è veramente spettacolare. Mi complimento con Fulvio per il piccolo gioiello che ha creato, e mi ripropongo di tornare al termine della stagione, con un buon allenamento, per provare a salire da primo di cordata almeno le lunghezze più facili. 
Per chi volesse provare la salita consiglio di avere un livello ben solido di arrampicata a vista attorno al 6c+ e sapersi muovere tranquillamente tra protezioni lontane e destreggiare con il posizionamento di nut e frend. Ora, in questa primavera capricciosa, la Presolana si è nuovamente ammantata di neve ma ben presto arriverà il sole e il caldo. Regina di Cuori vi attende, non fatevi sfuggire questa bella creazione di Fulvio.

La Relazione: Lo schema - La fotografia: in rosso Regina di Cuori, in blu En.Yu.Dan.Ce, in giallo Col senno di poi

Nessun commento: