mercoledì 24 novembre 2021

#diruoteedisci

3 maggio - È dalla scorsa primavera che fantastico su un possibile viaggio di più giorni oltre le Orobie. Un viaggio da guadagnare e godere esclusivamente con le proprie forze, senza l’ausilio di alcun motore pubblico o privato che sia. Un viaggio che mi portasse, pedalata dopo pedalata, a sciare montagne nuove, a me sconosciute. Parto da casa in tarda mattinata ed ora eccomi qui in compagnia di Marco, inseparabile amico in questo vagabondare tra i monti, a pedalare lungo le sponde del lago d’Endine. La giornata è strepitosa ma mille dubbi ed incertezze sulla bontà e la buona riuscita del viaggio mi assalgono. Lascio fare so già che tutto si scioglierà nel ritmo tondo della pedalata, lentamente con il passare delle ore e lo scorrere dei chilometri, in questa forma di meditazione attiva la mente troverà la sua quiete. Planiamo su Lovere dove ci godiamo uno spuntino sul lungolago per poi risalire la Val Camonica lungo la ciclovia dell’Oglio. L’aria è fresca e una corona candida di monti incornicia la valle. Le chiacchiere si alternano a lunghi silenzi in cui perdersi nei nostri pensieri o semplicemente osservando il mondo che scorre attorno e si allontana dietro di noi. Passano le ore, le incertezze e i dubbi li ho lasciati scivolare via, con la corrente del fiume in direzione opposta, dentro è tutto calmo. Ora resta solo lo spazio per accogliere ciò che sarà e tutto l’inutile brusio di fondo è scomparso. Sto bene e questo è il giusto viaggio da fare in questo momento. Avvicinarsi alle montagne con calma, senza fretta, prendendosi il giusto tempo è ciò di cui ho bisogno, ora. Mi sento felice. E pedalo. E sono contento di condividere questo tempo con Marco, sempre entusiasta, sempre pronto a partire, a mettersi in gioco, a sperimentare. Le biciclette sono cariche e son le giuste compagne di viaggio. Arriviamo a Edolo che è tardi, un gelato ci aiuta ad affrontare la salita sino all’Aprica. Sono le 20 quando mettiamo le gambe sotto un tavolo e mangiamo l’impossibile.

Olera (BG) Aprica (SO) 130 km; 1600m D+ 950 D-








Nessun commento: